Contattami all'indirizzo » matteo.mentuccia@psycoaching.eu

Il Body Shaming: Vanessa Incontrada

Domenica, 18 Ottobre 2020 15:21 Scritto da 
Oggi ti propongo un articolo che parla del Body Shaming prendendo come spunto la copertina di Vanity Fair dove è presente Vanessa Incontrada.

Il Body Shaming è una forma di bullismo che consiste nella denigrazione del corpo della vittima. Questo sviluppa in essa uno stato d’ansia legato al timore di mostrare le imperfezioni del proprio corpo sia oggettive (es. cicatrice) sia presunte (es. chili in più che non sono in più).
Le persone che insultano gli altri per il loro aspetto fisico vogliono distruggere l’autostima della vittima e le motivazioni che si nascondono dietro un comportamento di questo tipo sono quattro:

1) Invidia

Spesso le vittime di Body Shaming sono molto belle e vengono attaccate perché non danno al bullo le attenzioni che desidera. Un esempio banale è ragazza bella della scuola che non da importanza ai ragazzi che la corteggiano e che poi finiscono per deriderla. Il meccanismo è identico anche su Internet, dove persone popolari vengono attaccate da chi invidia quella popolarità.

2) Considerare la bellezza come un valore

Ci sono persone che credono che la bellezza sia un valore fondamentale e quando devono attaccare l'altro, lo fanno utilizzando l'aspetto fisico. Si tratta di persone immature, incapaci di cogliere le sfumature della personalità delle altre persone e per questo motivo si fermano ai dettagli più superficiali.

3) Mancanza di empatia

L'empatia è la capacità di mettersi nei panni dell'altro. Non riuscire a farlo è la condizione necessaria per poter ferire in modo volontario.

4) Vergognarsi a loro volta del proprio corpo

Attaccare qualcuno sull’aspetto fisico è un modo per reagire all’insoddisfazione che si prova per il proprio. Ogni persona ama alcuni aspetti del proprio corpo e ne vorrebbe modificare altri. Il bullo attacca la vittima su quei dettagli che considera perfetti in lui, in questo modo abbassa la tensione che prova con se stesso per i dettagli che vorrebbe modificare. Per esempio, se il bullo pensa di avere una bocca bella ma soffre per la forma del suo naso, accuserà la vittima di avere una brutta bocca. In questo modo, dare importanza alla bocca, abbassa la tensione relativa al suo naso.

Ma cosa succede a chi è vittima di Body Shaming?

La vittima di Body Shaming, anche se sicura del proprio aspetto fisico, prova ansia legata alle critiche che riceve cominciando ad interrogarsi e a domandarsi cosa vedono gli altri da fuori.
Nei casi più gravi il pensiero può sfociare in comportamenti disfunzionali come disordini alimentari, ritiro sociale e nei casi estremi si può rappresentare un trauma con conseguenze a lungo termine.
 
Ma a proposito di Body Shaming, ultimamente è apparsa Vanessa Incontrada sulla copertina di Vanity Fair che ha suscitato tanto clamore. Ti sei chiesto perché questo è successo?

Vanessa Incontrada sfoggia un corpo in linea con le donne della sua età che hanno avuto gravidanze e che si incontrano nella vita quotidiana al bar, al supermercato, ecc. Il fatto che faccia tanto scalpore è sintomo di una società che è abituata a modelli che non sono realistici. Oggi, con l'utilizzo dei Social Network, dove ognuno è libero di sfoggiare il proprio corpo, vengono fatti passare per normali modelli che non rispecchiano la maggior parte delle persone ma che influenzano le stesse ritrovandosi una concezione di bellezza non loro ma acquisita, fatta di stereotipi da imitare per essere accettati e sentirsi giusti e parte di un qualcosa.

Sicuramente utilizzerai anche tu i social ma quando guardi quello che ti propongono, chiediti sempre se lo condividi e se per te è giusto prendere come riferimento quel modello. Non acquisirlo di default dando per scontato che sia giusto perché nella maggior parte dei casi non lo è...

Un saluto.

Dr. Matteo Mentuccia
 
 
Ultima modifica il Domenica, 18 Ottobre 2020 16:32
Letto 415 volte
Vota questo articolo
(0 Voti)
Devi effettuare il login per inviare commenti

Articoli correlati (da tag)

  • Covid-19: quarantena sociale
    Oggi ti propongo un articolo sul periodo di quarantena che stiamo vivendo e su come i social stanno avendo una parte importante nel renderla un pò meno isolante.

  • Social Network: nuove cause di patologia mentale?
    I social network hanno avuto un impatto enorme nelle vite di tutte le persone. È evidente come individui che vivono a migliaia di chilometri di distanza non avrebbero mai potuto conoscersi e sviluppare delle vere e proprie amicizie se non relazioni amorose. Anche il mondo del lavoro è cambiato attraverso i social, basta pensare agli annunci lavorativi o di vendita di prodotti che si trovano su Facebook o Instagram.
  • I 3 errori da non commettere con le amicizie social
    Facebook, Twitter, Instagram...Da quanto i social sono entrati nelle nostre vite è stato modificato il concetto di amicizia. Da una parte l'amicizia reale, in carne ed ossa, fatta di incontri, parole, abbracci, sguardi, dall'altra quella social fatta da foto e di parole scritte tramite una tastiera.
    A questo punto sorge una domanda: ma le amicizie social possono essere equiparate a quelle reali o addirittura sostituirle?
    In questo articolo ti svelo alcuni errori che puoi commettere sulle le amicizie social.

Dove mi trovi

Dr. Matteo Mentuccia
Mental Coach | Psicologo | Psicoterapeuta

Via Fontana dell'Oste, 62 - 00034 - Colleferro (RM)
Via Tocra, 7 - 00199 - Roma

349 6363834 | matteo.mentuccia@psycoaching.eu

P.IVA: 14127391002

Commenti recenti